janaruja

janaruja-b-2 copia rosso

This is the logo for Janaruja, – the Red Fairy, in the local language – a small enchanted house in northern Sardinia. Built in 1600, recently renovated, dominates the small square carved into the rock of a romantic village, inhabited by less than 100 people, in the peace and the silence of the countryside. A house dug in part in the rock, from which wonderful testimonies of the past can be reached, from archeology to the mysterious Romanesque churches and, between thick woods and bizarre rocks, we arrive at the sea in twenty minutes. The city of Sassari in 15 minutes away. In about half an hour the historic cities of Alghero and Castelsarto, famous for their beauty as tourist destinations, can be reached. The house can be rented and is equipped with all the comforts despite its small size. It can accommodate 2 to 4 people.

IMG_8856IMG_9943IMG_3333

[ Questo è il logo per Janaruja, – la Fata Rossa, nella lingua locale – una piccola casa incantata nel nord della Sardegna. Costruita nel 1600, recentemente ristrutturata. domina la piazzetta scavata nella roccia di un borgo romantico, abitato da meno di 100 persone, nella pace e nel silenzio delle campagne. Una casa scavata in parte nella roccia, dalla quale si raggiungono facilmente meravigliose testimonianze del passato, dall’archeologia alle misteriose chiese romaniche e, tra boschi fitti e rocce bizzarre, si arriva al mare in venti minuti. In 15 minuti si arriva alla città di Sassari. In circa mezz’ora di raggiungono le città storiche di Alghero e Castelsarto, famose per le loro bellezza come mete turistiche. La casa può essere fresa in affitto ed è dotata di tutti i confort nonostante la sua dimensione contenuta. Può ospitare da 2 a 4 persone. ]

IMG_9859IMG_4023IMG_3315

Advertisements

new typocarpets

gianni alessandraHere are three new projects for my typographic carpets. One, monochrome, was created, as always by Mariantonia Urru, for Gianni and Alessandra. The second was composed in two different versions, one monochromatic and the other in color, for a family composed of Marco and Laura, the parents, and Daniela and Elisa, their daughters. The larger version is a family rug, divided into three equal bands. I would like that, when Elisa and Daniela will fly from the nest, the carpet can be divided into three narrower bands (although perhaps it could be technically complex), each of which brings with it however all the information of the family, like a DNA.

a) marco laura elisa daniela 2

[ Ecco tre nuovi mie progetti di tappeti tipografici. Uno, monocromatico, è stato realizzato, come sempre da Mariantonia Urru, per Gianni e Alessandra.
Il secondo è stato composto in due versioni diverse, una monocromatica e l’altra a colori, per una famiglia composta da Marco e Laura, i genitori, e Daniela ed Elisa, le loro figlie. La versione più grande è un tappeto di famiglia, diviso in tre fasce uguali. Mi piacerebbe che, quando Elisa e Daniela voleranno dal nido, il tappeto possa essere diviso in tre fasce più stretti (anche se forse potrebbe essere tecnicamente complesso), ognuna delle quali porti dietro però tutta l’informazione della famiglia, come un DNA. ]

IMG_3799

sardegna, a typographic poster

50x70 donna sardegna

This poster is a typographical divertissement on the name Sardinia, which structures the design of the woman in costume and leaves her translation in other languages ​​to the pleating of the white shirt. Nothing more and nothing less than an idea I wanted to show.

[ Questo poster è un divertissement tipografico sul nome Sardegna, che struttura il disegno della donna in costume e lascia alla plissettatura della camicia bianca la sua traduzione in altre lingue. Niente di più e niente di meno che un idea che volevo mostrare. ]

 

ubuntu: i am because we are

ubuntu dna 6b

From AGI: “Armando Milani has organised a wonderful collective exhibition in Rotonda della Besana in Milan, Italy, based on the word ‘ubuntu’ – a Southern African word that has its roots in humanist African philosophy – which embodies the concept of humanity and oneness. Ubuntu: I am because we are. Ubuntu was often used by Nelson Mandela in his speeches and is widely understood as meaning respect, dialogue, tolerance and humanity. The collection of posters denounce oppression and present messages that suggest possible solutions in defense of human rights. An itinerant exhibition and a possible book would include collected posters from great international designers, from universities students and from school children, all asked to interpret the meaning of Ubuntu. Different ages, different cultures, one dream: Ubuntu from everyone to everyone. The exhibition at the Rotonda della Besana in Milan will include posters from 50 designers (including AGI members such as Mauro Bubbico and Javier Jaén), 50 students and 50 children and will take place in the first week of October.”

This is my poster. Within the DNA double helix, Ubuntu is written by a colour sequence in Morse code. It means sharing humanity through a signal everybody understands: life.

[ Dalla pagina dell’AGI: Armando Milani ha organizzato una splendida mostra collettiva alla Rotonda della Besana, a Milano, dal titolo Ubuntu – una parola sudafricana che ha la sua origine nella filosofia umanista africana – che incorpora il concetto di umanità e di individualità. Ubuntu: Io sono perchè noi siamo. Ubuntu è stata spesso usata da Nelson Mandela nei suoi discorsi ed è diffusamente interpretata nel suo significato di rispetto, dialogo, tolleranza e umanità. La collezione di poster denuncia l’oppressione e suggerisce possibili soluzioni in difesa dei diritti umani. I lavori in mostra sono la risposta di esseri umani di ogni età e ogni cultura: 50 designer (alcuni di essi fra i migliori al mondo), 50 studenti e 50 bambini. Ubuntu: da parte di tutti, verso chiunque.

Questo è il mio poster. All’interno della doppia elica del DNA, Ubuntu è scritto da una sequenza colorata composta in codice Morse. Significa condividere l’umanità attraverso un segnale che tutti comprendono: la vita. ]

 

the cagliari vintage series

mag cagliari sella diavolomag souvenir cagliari 1mag cagliari tuffo souvenir 6mag cagliari torre elefantecagliari rupe castello 2mag cagliari fenicottero souvenir 3mag cagliari bastione souvenir 7mag lips cagliari 3mag cagliari anni 50 souvenir 5cagliari anni 30 souvenir post

In the last few months I have finally completed a project that has been lazily going on for at least six years, in my spare time. Since, I mean, I realized – being very fond of vintage posters – that Cagliari had not experienced the great era of 20th century tourism affichisme. It was largely predictable, as until a few years ago Cagliari had never been among the most famous tourist destinations, and Sardinia was difficult to reach until the mid-50s. So I wanted to write a fiction: a style exercise – not very serious at all and for me a lot of fun – to match with the graphic trends of the last century. A first collection of 10 images came out, which became an entire collection of souvenirs for NIU Store.

[ Negli scorsi mesi ho finalmente portato a compimento un progetto che arrancava da almeno sei anni, solo come passatempo. Da quando, cioè, mi accorsi – da appassionato di poster d’epoca – che Cagliari non aveva vissuto la grande stagione dell’affichisme turistico del Novecento. Era prevedibile, in quanto fino a pochi anni fa Cagliari non era mai stata tra le mete turistiche più note, e la Sardegna era difficile da raggiungere fino alla metà degli anni 50. Così ho voluto scrivere una storia inventata: un esercizio di stile – molto poco serio e per me molto divertente – per confrontarmi con le epoche della grafica del secolo scorso. È venuta fuori una prima collezione di 10 immagini, diventati una intera collezione di souvenir per NIU Store. ]